Bordeaux, capitale dell’Aquitania, è una città che vanta importanti riconoscimenti internazionali: è stata dichiarata  European Best Destination 2015 , è al primo posto in Francia fra le città più accoglienti per i ciclisti (e la quarta nel mondo) e dopo Parigi è la città preferita dai francesi. Non basta: una rivista newyorkese, thrillist.com l’ha eletta “best food city” del mondo. E i record potrebbero continuare, per esempio con ben 1810 ettari Patrimonio Unesco: si tratta dell’antico centro settecentesco, un patrimonio di straordinaria ricchezza, con i palazzi storici, i lungofiume, il grande Miroir d'eau, lo Specchio d'acqua, di fronte a Place de la Bourse, opera del paesaggista francese Michel Corajoud, il Port de la Lune..
Vibrante, gioiosa, fan del traffico dolce grazie ai tram, le “Vcub” (1700 biciclette self-service) e le auto elettriche, Bordeaux s’inserisce nella nuova tendenza dello slow tourism e rinnova urbanistica e architettura. La bicicletta qui è la regina con 163 km di piste ciclabili e 7 percorsi che vanno dai 6,5 ai 33 km, oltre ai 388 km della Velodysée, fino ad Hendaye e al grande percorso ciclabile della V80, ovvero “Il canale dei due mari in bicicletta, dall’Atlantico al Mediterraneo”, che da Royan segue l’estuario della Gironda e poi il Canal du Midi fino a Sète: 632 km dall’Atlantico al Mediterraneo - www.bordeaux-a-velo.com.

Dopo l’apertura del ponte mobile Chaban-Delmas, continua la valorizzazione delle sponde della Garonna, con nuovi quartieri e nuovi progetti: nel 2016 l’apertura della Cité des Civilisations du Vin , la Città delle civiltà del vino,  una torre di vetro sulle rive della Garonna, dall’architettura audace e spettacolare, regalerà a Bordeaux, capitale economica del vino, l’opportunità di diventarne la capitale culturale. E il nuovo stadio firmato da Herzog & de Meuron è una bella vetrina per Bordeaux, che si è aggiudicata il titolo di ‘Città Europea dello sport’.
Il sito dei vecchi mattatoi, quai de Paludate, accoglierà nel 2017 la MECA, Maison de l’Economie Créative et de la Culture en Aquitaine, che ospiterà il FRAC e le agenzie culturali dedicate alle arti dello spettacolo e alle industrie culturali. La MECA si trova nel cuore del progetto di Euratlantique, uno dei più ampi progetti di sviluppo in Francia legato a Bordeaux: 740 ettari con 500.000 m2 di uffici, 15.000 alloggi e 100.000 m2 per spazi commerciali e hotel.
Bordeaux punta a diventare così una delle grandi metropoli europee del 21° secolo.

Arte di vivere fra i vigneti
Alle porte di un prestigioso vigneto, a soli 45 minuti dal Bassin d’Arcachon e dalle spiagge, a 1 ora e mezzo da Sarlat e Périgord, a 2 ore dal Paese Basco e da Tolosa, Bordeaux declina una perfetta arte di vivere “made in Sud-Ovest”
Scandita da grandi eventi:  dal 22 al 31 maggio, edizione 2015 di ‘Bordeaux Fête le Fleuve’ /Bordeaux festeggia il fiume, sul tema “L’albero e il fiume”: attività nautiche, regate, passeggiate sul fiume, mostre, concerti, fuochi d’artificio. L’ anno prossimo, come in tutti gli anni pari, città organizza per fine giugno l'evento "Bordeaux festeggia il vino" (Bordeaux fête le vin), manifestazione eno-gastronomica con concerti, spettacoli, animazioni e degustazioni di vini.
Con 60 denominazioni di origine controllata, 110.000 ettari e 7.000 domaines, l’offerta enoturistica di Bordeaux si è fortemente sviluppata. Iniziazione alla degustazione, scoperta di Château, cantine, serate all’insegna del vino, bar à vins... ce n’è per tutti i gusti!

Per scoprire tutto comodamente il Bordeaux City Pass, da 1 a 3 giorni, offre  ingresso gratis in 20 musei e monumenti, trasporti urbani (autobus, tram e navetta fluviale), le visite guidate di Bordeaux Unesco, un tour panoramico in autobus,  sconti per le crociere sul fiume e numerosi divertimenti. E, novità di quest’anno, il pass si estende ai dintorni: fra le visite gratuite, la chiesa monolitica di Saint-Emilion, la cittadella Vauban de Blaye e la Ville d’Hiver d’Arcachon.

Hotel di tendenza
Tra i più nuovi, l’ Hotel de Tourny (www.hoteldetourny.com)
boutique hotel dagli arredi di disegn raffinato, e il 5 stelle Lusso l’Yndo (www.yndohotelbordeaux.fr/en)10 camere e 2 suite ideate dai talentuosi designer nello scenario di una sontuosa dimora del XIX secolo, con giardino dei profumi e terrazza.

 

Aquitania da scoprire

La Dordogne con il Périgord, città d’arte come Sarlat, la splendida grotta preistorica affrescata di Lascaux, i piaceri del gusto, e poi le Landes, il Paese Basco..il puzzle dei 5 dipartimenti che compongono la regione Aquitania è ricco di scoperte e sorprese.
E offre in più l’occasione di provare sistemazioni di qualità, spesso curiose, sempre affascinanti.
www.tourisme-aquitaine.fr

Notti insolite e  di charme
-Vicino a Saint Emilion e ai suoi vigneti, a 30 km da Bordeaux, un b&b di charme fra i vigneti di Joël Duffau: tre camere, la camera design, la camera French Kisses e La Cuve a Mon Loup, in un ex  tino-cisterna di cemento dove un tempo si vinificava. Un b&b insolito, con piscina e giardino - http://vignoblesjoelduffau.fr/

-Un castello e un hotel firmati Jean Nouvel. L’hotel-ristorante Saint James è un Relais & Châteaux atipico fra i vigneti, realizzato da Jean Nouvel, con 4 padiglioni, collegati alla struttura settecentesca, che offrono 18 camere e suites ultracontemporanee. Ora Nouvel ha creato per Château La Dominique, grand cru di Saint Emilion, un nuova cantina e il ristorante Terrasse Rouge, 1 stella Michelin, con terrazza panoramica sui vigneti. Programmi abbinati fra hotel e ristorante per un soggiorno speciale.
www.saintjames-bouliac.com- http://chateau-ladominique.com

-Un castello fra gli alberi: il Domaine de Puybeton è una maison d'hôte a Nojals-et-Clotte, in  Dordogne, in un castello sugli alberi, formato da  quattro cabanes che rappresentano altrettanti castelli della regione, Milandes, Monbazillac, Puybéton, in formula b&b, e Hautefort, da affittare come gîte. Il  Domaine si trova in un parco di 11 ettari in mezzo agli alberi e offre un piccola piscina, una spa sulla terrazza e una vista panoramica da favola. Più cene preparate da uno chef, formule romantiche: un soggiorno indimenticabile- http://www.chateaux-dans-les-arbres.com/

Per saperne di più:
Barbara Lovato
Responsabile Ufficio Stampa e P.R.
ATOUT FRANCE
Ente per lo Sviluppo del Turismo Francese

Via Tiziano, 32 -20145 Milano –
tel:+39 02 58 48 655 – Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.