Grande partecipazione alla conferenza stampa-workshop del Rodano-Alpi, che si è svolta martedì 18 novembre scorso nello scenografico contesto di arte contemporanea della Triennale di Milano.
 
Alla presenza di Olivier Brochet, Console Generale di Francia a Milano, di Christian Kergal, direttore di Atout France Italia, e Alexandre Bezardin, vice direttore, il CRT della Regione Rodano Alpi è arrivato compatto per presentare ai numerosi giornalisti tutte le novità della regione in fatto di cultura e patrimonio.
 
Sophie Vaissellet, responsabile del Turismo Culturale del Rodano Alpi ha presentato la regione e i suoi numerosi punti di forza: il Rodano-Alpi conta il maggior numero di musei in Francia dopo l’Île-de-France, oltre 200 in totale, è una regione di grandi eventi culturali, di patrimoni Unesco, di storia, di grandiosi siti architettonici e naturali… E di una grande tradizione gastronomica, con uno chef-star come Paul Bocuse, che nel 2015 festeggerà i 50 anni di 3 stelle Michelin, un vero record! (www. rhonealpes-tourisme.com).
 
Quindi i responsabili delle varie località hanno presentato le molte novità.
Lione, per cominciare, che il prossimo 20 dicembre inaugurerà il nuovo  Musée des Confluences nel quartiere di tendenza della Confluenza, fra Rodano e Saona (www.lyon-france.com - www.museedesconfluences.fr)
 
Saint-Etienne, che dal 12 Marzo al 12 Aprile 2015 ospiterà la prestigiosa  Biennale Internazionale del Design, per la prossima edizione dedicata al tema del Senso del Bello (www.saint-etiennetourisme.com - www.biennale-design.com/saint-etienne). E che celebra nel 2015 i 50 anni dalla morte di Le Corbusier nel sito di Firminy, il più importante d’Europa (www.sitelecorbusier.com)
 
Sia Lione che Saint-Etienne fanno parte del Patrimonio dell’Unesco e da giugno scorso si è aggiunta un’importante new entry, la grotta preistorica di Pont d’Arc nell’Ardèche, una delle più straordinarie testimonianze di arte rupestre. Il 25 aprile 2015 verrà aperta al pubblico la copia identica della grotta Chauvet, realizzata con le tecnologie più innovative: un modo per proteggere l’estrema fragilità della grotta originale senza privare i visitatori del piacere di ammirare le sue meravigliose pitture (www.lacavernedupontdarc.fr).
 
E poi il fascino del dipartimento della Loire, con la curiosità dei castelli del primo tratto della Loira, spesso trasformati in hotel di charme, e le tentazioni gastronomiche della grande cucina di Michel Troisgros, chef 3 stelle Michelin di Roanne ( www.loiretourisme.com ).
Il Monastero della Grande Chartreuse, regno di preghiera e meditazione fondato nell’anno  Mille da San Bruno, ma anche luogo in cui nasce il celebre liquore Chartreuse (www.musee-grande-chartreuse.fr)
Chambéry, la più “italiana” delle città del Rodano Alpi, culla di casa Savoia, dai profondi legami con l’Italia e dal centro storico di grande ricchezza,con  il mercatino di Natale, gli appuntamenti con l’antiquariato…( www.chambery-tourisme.com ).
 
Una regione insomma tutta la scoprire, e particolarmente comoda da raggiungere con i TGV che da Milano e Torino arrivano rapidamente a Chambéry e Lione, per poi proseguire per Parigi. Grande novità, dal 14 dicembre un treno al giorno arriverà nel centro di Lione, alla stazione di Part-Dieu (di regola i TGV fermano all’aeroporto di Saint-Exupéry, da cui il tram a corsia riservata Rhônexpress raggiunge il centro città).
Una comodità in più per i turisti che scelgono Lione e i suoi tanti eventi, le sue suggestioni d’arte, dal Rinascimento all’età contemporanea, la sua gastronomia, per una vacanza che non si dimentica.. E in occasione dell’Expo 2015 , dal 1° Maggio al 31 Ottobre 2015, i TGV effettueranno una fermata supplementare a Rho Fiera, al sito dell’Expo ( www.voyages-sncf.com)
 
Il Rodano-Alpi della cultura vi aspetta!
 
 
 
 
 
Per saperne di più:
www.rendezvousenfrance.com