LE CELEBRAZIONI PER IL 500ESIMO ANNIVERSARIO DALL’ARRIVO DI LEONARDO DA VINCI AL CASTELLO DEL CLOS LUCÉ DI AMBOISE (1516-1519) Su invito di Francesco I, Leonardo Da Vinci si trasferisce al Castello del Clos Lucé di Amboise, nell’autunno del 1516. All’età di 64 anni, attraversa le Alpi con alcuni dei suoi seguaci, tra cui Francesco Melzi e Battista de Vilanis, il suo fedele servitore milanese. Vivrà al Clos Lucé, lavorando a numerosi progetti per il Re fino alla sua morte, avvenuta il 2 maggio 1519 nella sua stanza al Castello del Clos Lucé. La missione del Castello del Clos Lucé, gestito dalla famiglia Saint Bris dal 1954, è quello di trasmettere a più persone possibile l’eredità e il patrimonio di questo genio del Rinascimento. Il cinquecentenario è dunque una formidabile occasione per riproporre l’atelier della Gioconda, per rendere omaggio alle opere e ai lavori realizzati da Leonardo da Vinci in Francia, ma anche per riattualizzare le sue idee visionarie e i suoi valori profondamente umanistici. Il 2017 sarà contraddistinto da una programmazione eccezionale. L’apertura al pubblico degli atelier restaurati di Leonardo Da Vinci prima di tutto: dopo due anni di ricerca e un anno per la realizzazione, gli Ateliers ritrovano il loro aspetto originale e la loro atmosfera di bottega. In ognuna delle tre stanze, le decorazioni sono state ricostruite con incredibile minuzia. In totale: 3 anni di ricerca e lavoro, 25 imprese artigiane e 100 persone sono state necessarie per restaurare gli atelier, la biblioteca e lo studio di Leonardo Da Vinci. La 12esima edizione del Festival Europeo di Musica Rinascimentale che si terrà il 22, 23 e 24 settembre è anch’esso un evento cardine di questo 500esimo anniversario, così come la mostra all’aperto nel parco del castello, che si inserisce nell’ambito della stagione culturale «Giardini nellaValle della Loira». PER SAPERNE DI PIÙ: WWW.VINCI-CLOSLUCE.COM