E’ stato dedicato a un tema emblematico della regione il Festival dei Giardini della Costa Azzurra 2019 che si è svolto dal 30 marzo al 28 aprile.

La 2° edizione è stata una nuova occasione per sublimare giardini d’eccellenza, straordinari giardini effimeri nei più bei siti del litorale delle Alpi Marittime.

Se la prima edizione ha affascinato il pubblico sul tema del “risveglio dei sensi”, la seconda ha fatto sognare con una proposta onirica alla scoperta di un territorio unico: “Sogni di Mediterraneo”. 

 

Un percorso iniziatico in un mondo verde sul mare, un mondo di giardini: giardini provenzali, giardini all’italiana che hanno riflettuto la magia del Rinascimento, giardini che evocano la Grecia antica, giardini del Maghreb e oasi di verde.

Un sogno in cui il giardino, sinonimo di evasione e meraviglia, ha fatto scoprire la natura splendida e l’eccezionale storia e il patrimonio della Costa Azzurra, attraverso visite inedite in luoghi prestigiosi.

 

Un tema, i Sogni di Mediterraneo, che ha offerto l’opportunità di declinare l’arte dei giardini da diversi punti di vista. Le creazioni dei 23 giardini effimeri rispecchiano la ricchezza e la varietà di queste terre del Mediterraneo. Ogni giardino ha proposto un’architettura, una vegetazione, un equilibrio fra le varie piante, è stato uno scrigno per opere d’arte e uno spazio di libertà per la creatività. Nel cuore del Festival, la creazione artistica ha favorito lo sviluppo economico sostenibile della regione e del turismo

 

-23 giardini effimeri, ad accesso libero, proposti ai visitatori, con 15 creazioni paesaggistiche nell’ambito del concorso e 8 giardini effimeri fuori concorso.

 

5 città, 15 giardini in concorso

 

Le creazioni, di paesaggisti nazionali e internazionali, sono state selezionate da un comitato tecnico presieduto da Jean Mus, portavoce del Festival.

I giardini fuori concorso si trovano nei 5 comuni partner :

  • Antibes Juan-les-Pins, Pineta Gould ;
  • Cannes, Giardino della Villa Rothschild ;
  • Grasse,Giardino della Villa Fragonard ;
  • Mentone,Giardino Biovès ;
  • Nizza, Giardino Albert 1er sulla Promenade du Paillon.

 

I 5 comuni hanno accolto 3 creazioni paesaggistiche di 200 m2 ognuna, ovvero 15 giardini in concorso, luoghi di pace e relax, in un’ottica di sviluppo sostenibile e sono stati giudicati da tre giurie, che hanno assegnato 4 premi: il premio della giuria, il premio dei professionisti, il premio della stampa e il premio « GREEN Deal » al giardino più ecologico.

 

Per la  2° edizione, anche il Principato di Monaco ha proposto un giardino effimero fuori concorso, a ingresso libero  e sul tema del Festival.  

Ad Antibes Juan-les-Pins, ha scoperto la « Medusa », un giardino poetico e misterioso.

A  Nizza, Stéphane Marie, celebre presentatore del programma « Silence, ça pousse ! », ha fatto scoprire il suo « Tappeto volante», e un giardino effimero è stato realizzato per l’occasione dal famoso paesaggista Michel Pena a Cap  3000 oltre ad allestimenti effimeri all’ Aeroporto Nizza Costa Azzurra (terminal 1) e all’ufficio del turismo di Cannes.

 

Itinerari di visita per prolungare il sogno del Mediterraneo nel mondo di giardini, oltre  a più di 200 animazioni nel «  giornale delle animazioni »: porte aperte, visite guidate, conferenze e laboratori, una caccia al tesoro sui 5 siti  un programma di conferenze sui giardini, il Mediterraneo e lo sviluppo sostenibile.

 

E con la carta dei Giardini e Parchi della Costa Azzurra, disponibile negli uffici del turismo, si può andare alla scoperta dei 75 giardini aperti al pubblico, di cui 12 con il marchio « Jardin Remarquable » per i giardini d’eccellenza

 

http://WWW.COTEDAZURFRANCE.FR 

 

http://WWW.FESTIVALDESJARDINS.DEPARTEMENT06.FR

 

WWW.FRANCE.FR