Get Adobe Flash player

Relax tra le perle della Costa basca, là dove si nascondevano i pirati

Saint Jean-de-Luz, chi era costei? Un tempo, per quasi due secoli e fino alla Guerra dei 30 Anni, questa splendida, nascosta località nel sud-ovest della Francia affacciata sull'Atlantico, 20 km a sud da Biarritz e Bayonne, fu un covo di corsari che tenevano sotto controllo non solo tutti i commerci via mare dalla Francia e dalla Spagna e viceversa, ma anche l'esercito della vicinissima Spagna. Alcuni toponimi attuali di strade e piazze tradiscono il passato corsaro che ha lasciato poi spazio all'attività pacifica dei pescatori e a quella degli armatori di baleniere. Qui si celebrò anche il regale matrimonio che unì il 9 giugno 1660 Luigi XIV di Francia all'infanta Maria Teresa, figlia di Filippo IV di Spagna, un sugello alla Pace dei Pirenei dopo un veemente conflitto tra le due potenze. Nonostante l'amore-odio verso il vicino di casa iberico (più odio, per la verità), St.-Jean-de-Luz o Donibane-Lohitzune in lingua basca, oggi 1300 abitanti, deve molto alla posizione geografica, così prossima al confine, che ne ha sempre condizionato in positivo la qualità di vita. Il mare lenisce le temperature regalandole un piacevole clima e la collocazione sul litorale ne fa un gradevole centro balneare nonché ottima base per partire alla scoperta del territorio circostante costellato di località turistiche accattivanti e borghi poco conosciuti. Da non perdere Bayonne, roccaforte dell'identità basca, e il suo museo che racconta la storia e le tradizioni di un popolo forte. A un tiro di schioppo, Biarritz e la Grande Plage, sabbia dorata e passeggiata a mare tra le più belle, luogo di villeggiatura per eccellenza della Belle Epoque, paradiso dei surfisti. E per chi ama la montagna, la Rhune, 900 metri di bellezza con vista che abbraccia le dune costiere delle Landes, la costa basca al confine tra Francia e Spagna e il settore più occidentale dei Pirenei. A Saint-Jean-de-Luz, invece, divisa dal fiume Nivelle in due parti - il cuore vero a nord, il piccolo sobborgo di Ciboure a sud - l'anima resta fortemente portuale, con gli alberi delle barche a vela che ondeggiano ormeggiate nel porticciolo, e la livrea dei pesci appena pescati che luccicano nel sole pigro del tramonto. Non mancano piccoli gioielli storico-artistici e una suggestiva spiaggetta con negozi e locali caratteristici.  Appena fuori, lungo la strada che conduce a Hendaye, si raggiunge Abbadia, dominata da uno splendido castello dell'800 che si affaccia teatralmente sull'oceano e che si ispira all'architettura medievale nelle sue parti esterne, a un bizzarro ma piacevole connubio di stili all'interno. Da visitare anche una riserva naturale di 65 ettari popolata da oltre 30 specie ornitologiche protette. Rientrando a St.-Jean-de-Luz, si soggiorna al Grand Hotel Loremar Thalasso & Spa (bl. rd Thiers, tel. +33.5592635, www.luzgrandhotel.fr), scegliendo tra le quattro tipologie di stanze affacciate sulla baia in una posizione privilegiata, al riparo dal vento (prezzi da 260 euro). Costruito nel 1909, ha mantenuto tutto il fascino raffinato della Belle Epoque. L'atmosfera all'interno, elegante, ovattata, è una perfetta alchimia tra sontuosità e calda accoglienza mediterranea sottolineata da colori caldi e oggetti che fanno rivivere le traversate transatlantiche d'antan. Luogo di culto per chi ama la talassoterapia e i piaceri della spa, offre uno spazio di mille mq su un unico livello con vista - attraverso enormi finestre - sulla baia e sul mare con accesso diretto alla spiaggia. Le cure e i trattamenti, di altissimo livello, sono monitorati e seguiti da un team medico. Tra i servizi, piscina con acqua di mare riscaldata e «multijet» musica subacquea, bagno di vapore, sauna e doccia multisensoriali, zona relax, sala fitness con coaching privato. Completano il ventaglio di proposte una sala da tè sotto magnifici archi e un ristorante gourmand, il Rosewood, dal design leggero e chic, dove con una media di 60 euro si scoprono i sapori di una cucina ispirata al mare e alle tradizioni basche opera di uno chef e di una brigata da cucina di ineccepibile professionalità. In stagione prima colazione, pranzo e cena sulla terrazza con vista sulla spiaggia privata e sul mare. Per maggiori informazioni sulla località: www.rendezvousenfrance.com; www.saint-jean-de-luz.com.

 

The First Luxury of The World

World D.W.C. Studio Copyright © 2014. All Rights Reserve